Come creare le infografiche: consigli e tool

Gestire un contenuto per renderlo maggiormente fruibile da parte di chi lo deve comprendere: ecco che, in aiuto di chi deve spiegare un concetto, vengono le infografiche. Creare infografiche è davvero un’arte, ma non bisogna pensare di dover sempre essere degli specialisti per poter ottenere un risultato che sia efficace.

Ad esempio, si possono creare infografiche online e si potranno diffondere o stampare nel caso in cui queste servano per la propria classe, per un gruppo di persone o per i propri amici. Ovviamente, creare un’infografica sarà necessario in molti casi, ed è per questo che conoscere qualche consiglio, e anche quelli che possono essere gli strumenti migliori, aiuterà moltissimo a chi si trovi in questa situazione.

Cos’è un’infografica?

Prima di passare ad esaminare gli strumenti e i consigli per creare infografiche di diverso tipo, si dovrà definire che cosa sia questo mezzo di comunicazione.

Con la parola “infografica” si vuole prendere in considerazione la rappresentazione schematica di un’informazione. In un’infografica, quindi, si spiegherà un concetto mediante l’uso di immagini e di testo. L’obiettivo di questo mezzo di comunicazione è quello di semplificare il più possibile il concetto che dovrà essere rappresentato: lo stesso arriverà al destinatario in modo molto più immediato.

Nei libri di testo, ad esempio, venivano chiamati “specchietti” ma oggi l’infografica è uno strumento davvero diffuso, utile sia per comunicare all’interno di social di diverso tipo, sia per quelle che sono finalità di marketing, come una call to action. Infatti, se ne trovano sempre di più anche come elementi condivisi da chi visiti Instagram, Facebook o LinkedIn

Come creare infografiche d’impatto ed efficaci

Dopo aver capito che cosa sia l’infografica, ora bisognerà comprendere come crearne una che sia davvero in grado di far arrivare un messaggio in modo chiaro. Per arrivare al proprio obiettivo senza alcun dubbio, sarà necessario rispettare alcuni punti:

La definizione dell’obiettivo

Prima ancora di pensare all’infografica bisognerà definire il proprio obiettivo finale. Si vorrà, ad esempio, far capire agli utenti un concetto ostico, oppure li si vorrà portare in una determinata direzione. Questo elemento sarà essenziale e potrebbe cambiare davvero moltissimo i passaggi che verranno considerati in seguito.

Il pubblico

Oltre all’obiettivo bisognerà anche definire il proprio pubblico di riferimento. Non si potrà presentare la stessa infografica ad un bambino e ad un adulto, oppure ad un esperto rispetto a chi non conosca bene una materia. Quindi, sarà essenziale individuare previamente il proprio pubblico.

Organizzare le informazioni

Dopo aver definito i due punti precedenti, bisognerà fare una cernita relativa alle informazioni. Quali informazioni si hanno a disposizione? Quali possono essere effettivamente utili allo scopo?

Si selezioneranno tutti i dati utili, quelli che possano portare davvero il concetto al pubblico, e che possano essere condensati in un’infografica che richieda al massimo un paio di minuti per poter essere esaminata. Ad esempio, nel caso in cui si voglia fare un’infografica sul Coronavirus sarà essenziale prevedere informazioni riferite al contagio, ai sintomi, al decorso e alla prevenzione della malattia.

Raggruppare le informazioni

A questo punto, dopo aver selezionato accuratamente le informazioni da utilizzare, queste dovranno essere raggruppate in gruppi tematici ben precisi.

Per effettuare il raggruppamento e creare infografiche chiare, si potrà iniziare definendo alcuni colori. Ad esempio, le informazioni sulla prevenzione del virus saranno in rosso, quelle sulla cura in blu e così via. Grazie a questo passaggio si avranno sicuramente le idee molto più chiare sul da farsi.

Individuare le immagini

Creare un’infografica prevedrà ovviamente l’uso anche di immagini. Non dovranno essere troppe, per evitare di disorientare l’utente, ma dovranno essere efficaci. Dovranno essere pertinenti e portare immediatamente il concetto a chi guardi l’infografica.

Raccontare una storia

Nella creazione di infografiche, online o utilizzando altri strumenti, sarà necessario cercare di interessare al meglio le persone. Per questo ci si potrà concentrare sul raccontare una storia. Non ci si dovrà, quindi, limitare ad incasellare dati sterili, ma si potrà raccontare una vicenda nella quale il soggetto abbia la possibilità di identificarsi.

Creare infografiche online: gli strumenti da utilizzare

Dopo aver realmente chiarito tutti i punti già visti, ci si potrà concentrare sugli strumenti da utilizzare per creare infografiche online. Esistono molti siti che vi potranno dare una mano e che avranno, soprattutto, tanti tools da mettere a vostra disposizione.

Qui ne troverete alcuni, grazie ai quali potrete iniziare subito a lavorare senza ostacoli né problemi:

Canva.com

Canva è un sito internet davvero ricco di spunti e di risorse. Infatti, è stato creato proprio per consentire a chi non sia un grafico di realizzare volantini, template e molto altro. È ottimo anche per le infografiche, e potrete trovare molti esempi già preformati di infografiche.

Molti contenuti sono gratuiti, e potrete, così, realizzare il vostro lavoro senza dover pagare nulla. Dopo aver creato l’infografica potrete scaricarla, stamparla e anche condividerla.

Infogram.com

Anche questo è un ottimo sito internet all’interno del quale potrete trovare tantissimi strumenti per creare delle infografiche davvero efficaci. In realtà Infogram è nato proprio con questo scopo. Ha a disposizione risorse gratuite e la sua interfaccia è immediata e semplice da utilizzare, anche nel caso in cui non si abbia una particolare esperienza.

Piktochart.com

Infine, tra i siti per creare infografiche online si trova anche Piktochart. Il suo funzionamento è molto simile a quello di Infogram in quanto anche in questo caso ci si trova di fronte ad un software per la progettazione grafica. Anche questo è nato allo scopo di creare diversi tipi di strutture e di rappresentazioni, dai grafici, alle mappe fino ai volantini.

Un punto sicuramente a favore di Piktochart è costituito dalla possibilità di creare delle presentazioni che saranno non solo ben fatte, ma anche SEO oriented. Quindi, saranno già pronte per poter essere condivise anche online.

In conclusione

La creazione di infografiche può dare davvero moltissime soddisfazioni, ma solo nel caso in cui ci si impegni nella loro fase di progettazione. Come si è potuto vedere, non servono doti incredibili per arrivare al proprio obiettivo, ma solo organizzazione e buona volontà, con l’aiuto di alcune risorse online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *